Condividi:


"Un serpente nella fascia di rispetto": è psicosi per un avvistamento a Pra'

di Alessandro Bacci

Sui social la preoccupazione degli abitanti, c'è chi dice di aver visto addirittura un pitone. Per i volontari potrebbe trattarsi di un biacco

"C'è un serpente nella fascia di rispetto a Pra'". L'allarme è stato lanciato nei giorni scorsi sui social, quando una persona avrebbe avvistato un grosso serpente nella passeggiata frequentata ogni giorno da centinaia di persone. Non si tratta di un pesce d'aprile, ma dell'animale non sono presenti foto che possano testimoniare l'avvistamento. Sui social gli utenti si sono scatenati, c'è chi dice addirittura di aver visto un pitone, un serpente non velenoso ma estremamente pericoloso. Il pitone reticolato è uno dei serpenti più lunghi e pesanti del mondo e può raggiungere il peso di 140 kg e la lunghezza di 9 metri. Si potrebbe pensare ad un abbandono nella zona, ma è un'ipotesi difficile.

Il fatto ha destato allarme anche tra i volontari dell'Enpa che hanno ricevuto numerose chiamate in questi giorni. La psicosi degli abitanti della zona, però, non ha trovato al momento conferme. I volontari pensano che l'avvistamento possa essere di una biscia, animale presente normalmente nel nostro territorio. L'ipotesi più accreditata è che si possa trattare di un biacco, un serpente comune e non velenoso che può raggiungere i 120–130 cm di lunghezza e in rarissimi casi può arrivare arrivare a 2 metri. Un animale che si trova spesso vicino ai fiumi e innocuo per l'uomo. Le ricerche proseguono, il mistero si infittisce con gli abitanti costantemente alla ricerca del misterioso serpente.