Condividi:


Un buon secondo tempo non basta: Samp ko 3-0 contro la Juventus

di Marco Innocenti

Blucerchiati troppo sbiaditi nei primi 45'. Nella ripresa tutto cambia ma Bonucci e CR7 regalano a Pirlo i primi tre punti

La Sampdoria che non ti aspetti nel primo tempo, contratta, confusionaria e quasi in balia di una Juventus sicuramente con le idee più chiare. E il vantaggio firmato da Kulusevski al 12’ è anche poco, in virtù delle almeno 4/5 occasioni da rete create dalla squadra di Andrea Pirlo nel primo tempo. Ramsey e il texano McKennie la fanno da padroni, servendo palloni a ripetizione per un Cristiano Ronaldo a caccia del primo goal della sua stagione bianconera. Ma è una Sampdoria troppo grigia per essere vera.

I correttivi applicati nell’intervallo da Claudio Ranieri, che manda in campo Yoshida, Ramirez e Quagliarella, cambiano l’olio alla Sampdoria. La squadra inizia finalmente a girare a dovere, pur concedendo ancora qualche occasione alla Juventus. Il predominio bianconero visto nel primo tempo, però, è solo un brutto ricordo e la Samp risponde colpo su colpo.

La Juve però ha il cinismo della grande squadra. Il raddoppio della formazione di Pirlo nasce da un erroraccio di Bereszynski poi ci pensa CR7 a mettere dentro il pallone della sicurezza a due minuti dalla fine. Tornare da Torino con una sconfitta ci può anche stare. Per la Samp adesso c’è da ripartire da quanto di buono fatto vedere nel secondo tempo quando i campioni d'Italia hanno dovuto lottare per portare a casa i tre punti.