Condividi:


Udinese-Sampdoria 0-1, minimo sforzo e massima resa: obiettivo 52 punti vicino

di Alessandro Bacci

Alla Dacia Arena decide un rigore di Fabio Quagliarella al termine di una gara con poche emozioni. Il Doria ripagato dal cinismo

La Sampdoria ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo contro l’Udinese. Un rigore siglato da Fabio Quagliarella decide una gara complicata, dai ritmi bassi e dalle scarse motivazioni. Alla Dacia Arena termina 1-0 per la Samp. Ranieri ripropone la coppia Keita-Gabbiadini con la sorpresa Leris sulla fascia sinistra.

Nel primo tempo succede poco o nulla. Le difese hanno vita facile, con gli attacchi di entrambe le squadre che faticano a creare occasioni. Per il primo tiro in porta bisogna attendere il 30’, con Gabbiadini che tenta un destro a incrociare bloccato senza problemi da Musso. Sarà l’unica vera occasione nel primo tempo per entrambe le squadre.

Nella ripresa la gara sembra proseguire sulla falsa riga del primo tempo. Per la scossa bisogna attendere una mezzoretta con gli ingressi di Quagliarella, Jankto e Verre. La Samp costruisce varie occasioni in contropiede ma fatica a trovare il passaggio giusto per arrivare alla conclusione. All’85’, però, arriva la svolta inaspettata. Verre tenta un tiro in porta e Bonifazi devia il pallone con la mano. L’arbitro fischia calcio di rigore senza esitazioni. Dal dischetto si presenta il neo entrato Fabio Quagliarella che spiazza Musso e porta in vantaggio la Samp. Il classico gol dell’ex, ma decisivo per i blucerchiati. Nel finale Audero si supera con una gran parata che salva il risultato. Termina così, con i blucerchiati che salgono a 49 punti. L’obiettivo 52 è vicino, ultima sfida con il Parma per raggiungere il traguardo..