Condividi:


Tragedia sul lavoro a Moneglia, operaio morto folgorato

di Redazione

È successo davanti a un collega: la vittima, genovese di Oregina, aveva 57 anni

Tragico infortunio sul lavoro a Moneglia, in via Figarolo, in una cabina dei ripetitori della Rai Radiotelevisione. La vittima, Sergio Piazzi, genovese, abitante in via Napoli, ad Oregina, aveva 57 anni, ed è morto davanti al collega che stava operando con lui. Pochi dubbi sulle cause: l'uomo sarebbe morto folgorato da una scarica elettrica. 

L'allarme è stato lanciato dal collega. Sul posto sono giunti i volontari della Croce Azzurra, i sanitari del 118 di Lavagna ed i vigili del fuoco. Vista la gravità della situazione sul posto e' giunto anche l'elicottero dei pompieri "Drago" che ha operato insieme ai sanitari per fare calare un medico nella zona, molto imperiva.  Ma è stato tutto inutile nonostante i medici abbiano provato a rianimarlo per due ore. Piazzi lavorava per conto di Rai Way, l'azienda del gruppo Rai che si occupa della manutenzione delle antenne.

 Sul posto si è recato anche il magistrato di turno che coordina le indagini sull'incidente avviate dai carabinieri della compagnia di Sestri Levante.

Appena 24 ore fa un altro tragico infortunio mortale è costato la vita ad un altro tecnico cinquantenne: è successo nell'entroterra di Genova, a Ceranesi. L'uomo, dipendente di Mediterranea delle Acque, sarebbe stato colto da malore mentre ispezionava alcune sorgenti.

(Foto d'archivio)