Tornano le visite nelle rsa in Liguria: vaccino o tampone per vedere i parenti

di Alessandro Bacci

Toti: "Un buon messaggio per tante famiglie che potranno tornare a riunirsi in modo sicuro". Ecco le nuove regole

Tornano le visite nelle rsa in Liguria: vaccino o tampone per vedere i parenti

Garantire per ogni ospite delle rsa almeno una visita settimanale. E' la raccomandazione fornita dall'agenzia regionale per la sanità Alisa, che ha dettato le regole. I visitatori devono aver concluso il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni o devono presentare il referto di un tampone negativo fatto nelle 48 ore precedenti la visita o attendere l'esito di un tampone antigenico eseguito sul posto. Le visite agli ospiti sono regolate da appuntamenti e si devono svolgere in spazi dedicati. Gli incontri avverranno dopo la verifica dell'assenza di sintomi riconducibili al covid e dopo sanificazione e durante la visita deve essere indossato il kit di protezione messo a disposizione dalla rsa. Dove è possibile, se il tempo lo consente, è preferibile l'incontro in spazi all'aperto. E' ammessa una solo persona per ospite, ma se la direzione sanitaria lo ritiene opportuno può ammettere fino a due visitatori. L'incontro deve durate massimo 30 minuti.

"La Liguria è tra le prime regioni a fornire raccomandazioni per favorire le visite nelle rsa, grazie soprattutto al buon andamento della campagna vaccinale che ha messo in sicurezza subito ospiti e operatori di queste strutture e ormai la maggior parte delle persone più anziane e fragili - sottolinea Giovanni Toti, presidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria -. Sono indicazioni rigorose e un buon messaggio per tante famiglie che potranno tornare a riunirsi in modo sicuro".