Condividi:


Spezia, Italiano post Inter: “C’è chi pensa alle Superleghe, noi alla super salvezza”

di Gregorio Spigno

Il tecnico bianconero ha aggiunto: “Lukaku fa paura: l’ho guardato nel riscaldamento e sono rientrato negli spogliatoi...”

Al termine della gara pareggiata per 1-1 al Picco contro l'Inter, il tecnico dello Spezia, Vincenzo Italiano, ha commentato la partita dei suoi.

Un punto d'oro, quello conquistato dagli Aquilotti contro la capolista Inter. 

"Un grande risultato, fermare l'Inter è un'impresa. Il primo tempo è stato ottimo, nel secondo è venuta fuori la grandissima forza dell'Inter. Siamo stati bravi a non portarli davanti alla nostra porta. Siamo stati bravi davvero".

Carica: "Se entriamo in campo con questo spirito evitiamo brutte prestazioni. Bisogna esserci sempre questo spirito: umiltà nel difendersi e adattarsi. Da qui alle prossime sei partite, mi auguro di raggiungere l'obiettivo. Non è ancora finita, ma sono fiducioso".

Linea di difesa altissima, studiata: "Nel secondo tempo ci siamo riusciti meno: cerchi di chiudere le due punte ma vanno sugli esterni o con le mezze ali. L'unica cosa da fare era cercare di evitare la presenza di Lautaro e Lukaku sul dischetto. I ragazzi sono stati bravi, li abbiamo limitati".

Lukaku: "L'ho guardato nel riscaldamento e sono rientrato dentro, fa paura. Non volevo trasmettere il mio timore ai ragazzi... A parte qualche follia di Ismajli, lui e Terzi si sono comportati bene. L'esperienza è importante in queste partite: Terzi ha tenuto botta, da capitano vero".

"Se gli altri pensano alle super leghe, noi dobbiamo puntare a una super salvezza. Se non dai il massimo, perdi. Quando in quattro finiscono con i crampi, vuol dire che il punto conquistato è meritato".