Condividi:


Spaccio alla genovese, in carcere la droga introdotta con la focaccia

di Redazione

Intercettata dagli agenti ad una coppia che voleva consegnarla ad una detenuta di Pontedecimo

Focaccia con la cipolla, con le olive, con il pesto, ma presto potrebbe esserci anche la focaccia con l'hashish e altri stupefacenti.

L'idea è stata di una coppia genovese che sabato scorso ha tentato di introdurre nel carcere di Pontedecimo un pezzo di focaccia con hashish e subotex, un farmaco usato come droga, per consegnarlo ad una detenuta tossicodipendente di 28 anni reclusa per spaccio.

I due hanno provato a consegnare la focaccia stupefacente durante i colloqui con i detenuti: ma gli agenti se ne sono accorti e dopo avere sequestrato la focaccia li hanno denuciati per spaccio.

La notizia è stata diffusa dal segretario regionale del sindaco dei poliziotti penitenziari Uilpa Fabio Pagani che dopo avere espresso il suo apprezzamento per il lavoro svolto dai colleghi di Pontedecimo denuncia "i gravi problemi che esistono nel carcere della Val Polcevera dove oltre agli uomini sono detenute anche 81 donne in spazi sovraffollati".