Sodi Kart, la savonese Rosanna Marziano è campionessa mondiale

di Redazione

Vittoria ottenuta a Lonato del Garda, sessantunesimo il genovese Marco Cremona

Sodi Kart, la savonese Rosanna Marziano è campionessa mondiale

La Liguria ha una campionessa mondiale di kart, la cinquantenne savonese Rosanna Marziano laureatasi al South Garda karting di Lonato del Garda (Brescia), sabato 17 luglio. Prima al mondo del femminile e trentaseiesima assoluta, la Marziano continua ad emozionare. Nel maschile, vittoria del francese Nelson Desplat, sessantunesimo il genovese Marco Cremona.

Marziano, quando ha capito che il sogno si stava realizzando?

"La gara è stata dura, non tanto per lo sforzo fisico, quanto per la pressione psicologica. Ho avuto molte persone che mi hanno tranquillizzata, ma quando sei in procinto di iniziare la gara, difficilmente hai tutto sotto controllo, per prima la condizione emotiva. Accesi i motori però, sulla linea di partenza, molto svanisce e si corre già avanti con la mente alla prima curva, alla traiettoria da impostare. Il pensiero va alla tua antagonista lì davanti, Louise Braune, una pilotessa belga molto brava, preparata e talentuosa. Sono partita come una belva, sorpassando 3-4 piloti, lei compresa. Poi, alla terza curva, mi toccano e mi fanno girare, quasi un verdetto di fine in una gara breve”.

Ma, quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare…

“Riesco presto a togliermi da erba e fango, ritorno in pista ed incredibilmente sono ancora davanti alla mia rivale. Ho così allungato e controllato. La liberazione è arrivata con la bandiera a scacchi, nessuno poteva più spodestarmi”.

Qual è stata la sua arma vincente e quali nuovi obiettivi si pone per il futuro?

“Tutti i sacrifici che ho fatto per raggiungere il mondiale. I miei prossimi obiettivi sono la coppa dei campioni che si svolgerà a Jesolo a settembre e le gare endurance con la mia squadra femminile”.

Passiamo quindi la parola al genovese Marco Cremona che ha terminato la gara al sessantunesimo posto, vincendo l’ultima sfida sul bagnato.

Cremona, dopo la sfortuna, nell'ultima finale ha mostrato il suo valore..

“Nel primo giorno di batterie non è andata bene, di tre gare ne ho finita solo una dodicesimo. Nelle altre due ho avuto dei problemi tecnici con il kart perché mi si è spento in entrambe le manche. Questo purtroppo ne ha risentito nel risultato finale perché mi sono potuto giocare solo le posizioni di rincalzo, nella finale 4, dal 61mo all’80mo posto. L’ultima finale, sull’asfalto bagnato, invece, è stata spettacolare, l’ho vinta e mi sono portato a casa la coppa del sessantunesimo. Molto bene Rosanna che ha vinto il campionato femminile, le faccio tantissimi complimenti”.

Valentina Cristiani