Condividi:


Scissione Renzi, Pandolfo (PD): "Scelta sbagliata soprattutto nei tempi"

di Marco Innocenti

"Se oggi l'Italia ha un governo, è grazie alla scelta d'unità fatta dal partito"

Dopo che le dichiarazioni d'intenti di Matteo Renzi hanno gettato un'ombra sul futuro del Pd, annunciando una scissione dell'ala fedele all'ex premier toscano, arrivano le prime reazioni anche nei Dem liguri. "Le scissioni sono sempre un problema e, a mio giudizio, anche un errore - commenta Alberto Pandolfo, segretario del Pd genovese - La capacità che il partito ha espresso nel ridare al paese un governo è stata possibile in ragione dell'unità. Se oggi c'è un governo capace di dare speranze al nostro paese, questo è successo perché il Pd ha fatto una scelta unita. Oggi però le dichiarazioni di Renzi sembrano non andare in questa direzione. Onestamente, mi sfugge quale sia il programma politico ma so che se la strada è quella di sconfiggere il nazionalpopulismo espresso da Salvini nello scorso governo, allora la nostra strada si ritroverà. Non basta questo però per decidere di lasciare il partito".

Nessuna ripercussione però sulla solidità del neonato governo giallorosso, secondo Pandolfo. "Credo che Renzi sia stato chiaro con Conte - ha detto - comunicandogli prima il suo sostegno, quindi non ci saranno ripercussioni. Piuttosto è la tempistica l'elemento che non mi convince in tutto questo. La dimostrazione di unità data in questi ultimi due mesi dal Pd, è stata la prova della buona riuscita della politica che ha portato il paese fuori dalle secche".