Condividi:


Santa Margherita, si pensa alla location del G20 delle donne

di Redazione

Tra le ipotesi Villa Durazzo, l’abbazia della Cervara e l’Hotel Miramare

Santa Margherita Ligure si prepara ad accogliere il G20 delle Donne, una conferenza ministeriale dedicata al tema dell’empowerment femminile. L’evento raccoglierà i ministri delle pari opportunità di diversi Paesi. È la prima volta che in ambito G20 viene pianificato un evento simile e di tale portata dedicando attenzione alla qualità del lavoro femminile e all’attuazione di politiche volte a valorizzare il talento e la leadership femminili nonché la tutela dei loro diritti, anche in ottica di contrasto alla violenza.

Come ha annunciato lo stesso ministro alle Pari opportunità e alla Famiglia Elena Bonetti, la data è fissata per il 26 agosto 2021.

“Con questa iniziativa - ha scritto la Bonetti ai suoi colleghi e alle sue colleghe - l’Italia pone un accento importante sul tema dell’empowerment femminile: le donne, infatti, sono state e continuano ad essere tra le più colpite dalle conseguenze socio-economiche della pandemia da Covid-19, che ha aggravato le sempre più evidenti disuguaglianze che hanno determinato e continuano ad imporre loro sfide, sia nella vita privata che in quella professionale”.

La conferenza vedrà la partecipazione oltre che dei Ministri responsabili per le pari opportunità, anche dei rappresentanti di organizzazioni internazionali, del mondo delle imprese, dell’accademia e della società civile.

Ora si pensa ai preparativi: nei giorni scorsi una delegazione del ministero è arrivata nella città del Tigullio insieme ai rappresentanti della Prefettura e della Questura. Secondo le prime indiscrezioni la sede dell’incontro dei ministri potrebbe essere Villa Durazzo. Resta però il problema delle restrizioni Covid. Bisogna infatti verificare se gli spazi messi a disposizione possono garantire il giusto distanziamento. Ecco perché si pensa anche ad alcune alternative come l’abbazia della Cervara oppure l’Hotel Miramare.