Santa Margherita, il sindaco: "6 positivi in città, situazione sotto controllo"

di Redazione

Donadoni sull'agente ferito da una turista: "Sta bene, ringrazio la polizia locale". E sulla viabilità: "In arrivo 2,5 milioni per la provinciale tra il Covo e la Cervara"

"L'agente sta bene, ma l'episodio è stato decisamente spiacevole. Dopo il lockdown e con la prospettiva di ulteriori probabili restrizioni le persone sono stressate". Questo il commento del sindaco di Santa Marghetita Paolo Donadoni, che ha parlato della vicenda dello scorso sabato, quando una turista in visita nella cittadina del Tigullio ha ferito all'occhio un agente dalla Polizia Locale che la voleva multare per non aver indossato la mascherina. "Ci vuole riconoscenza per le forze dell'ordine che si stanno impegnando 24 ore su 24 per il presidio del territorio".

Sul tema della diffusione del Covid 19 il primo cittadino chiede attenzione e rispetto delle norme di prevenzione, ma rassicura: "A Santa Margherita la situazione è sotto controllo: ci sono 6 persone positive e 12 in soveglianza attiva su una popolazione di 9mila abitanti. Certo siamo fortunati, ma questi numero sono anche frutto di un circolo virtuoso fatto di regole chiare, controlli seri e cittadini responsabili e corretti".

Oltre all'emergenza Covid 19, Santa Margherita deve ancora far fronte agli strascichi della terribile mareggiata del 2018 che ha distrutto la diga del porto e parte della strada che porta a Portofino. "Abbiamo in programma 10 milioni di interventi, in particolare il terzo stralcio del porto che ci permetterà di concludere i lavori di ripristino del molo, che è stato ricostruito in modo da resistere ad eventi intensi come la mareggiata del 2018. In più, sono a disposizione 2,5 milioni di euro per  la messa in sicurezza della sp 227 tra il Covo di Nord est e la Cervara, un tratto molto delicato a livello paesaggistico ma che va rinforzato per potenziare la sua resistenza alle mareggiate intense".