Sanremo, "congelato" il maxi yacht dell'oligarca russo Timchenko. Ieri era toccato a Mordashov

di Redazione

La Guardia di Finanza ha di fatto sequestrato "Lena", imbarcazione di 52 metri che vale 50 milioni di dollari. Secondo atto disposto in Liguria contro i magnati russi in Liguria

Sanremo, "congelato" il maxi yacht dell'oligarca russo Timchenko. Ieri era toccato a Mordashov

La Guardia di Finanza ha 'congelato' nel porto di Sanremo il maxi yacht 'Lena', imbarcazione di 52 metri con valore stimato in 50 milioni di dollari, di proprietà del magnate russo dell'energia e delle infrastrutture Gennady Timchenko, amico di Putin ancora prima dell'ascesa dello 'zar' al Cremlino, proprietario di Volga Group e socio di Novatek. Il provvedimento è del Comitato di sicurezza finanziaria nei confronti di beni di magnati russi in Italia.

L'atto è stato notificato al capitano. Sullo yacht sono ammesse manutenzioni e pulizia.

Ieri la Finanza aveva 'congelato' nel porto di Imperia il maxi yacht "Lady M", imbarcazione di 65 metri dell'oligarca russo Alexei Mordashov (presidente di Severstal). E'stato  il primo provvedimento disposto dal Comitato di sicurezza finanziaria nei confronti di beni di magnati russi in Italia. Il nome di Mordashov è nella black list dell'Ue. Stessa sorte per Villa Lazzareschi (valore 3 mln euro) in provincia di Lucca, riconducibile a Oleg Savchenko.