Condividi:


Sampdoria, Yoshida esercita l'opzione: niente riduzione dell'ingaggio

di Redazione

La società gli aveva proposto un prolungamento con accordo biennale, riducendo lo stipendio attuale da 1,5 milioni a stagione

Maya Yoshida resterà in blucerchiato anche nella prossima stagione. E fin qui - direte voi - c'è poco da stupirsi: il giapponese infatti aveva un opzione valida proprio per il campionato 2020/21 dopo l'esperienza della scorsa stagione e, come reso noto dal suo agente, ha deciso di farla valere. La notizia, però, è che in questo modo avrebbe anche contestualmente rifiutato la proposta fattagli qualche settimana fa dalla società: allungare la sua permanenza in blucerchiato da uno a due anni ma con un taglio da operare sull'ingaggio attuale, da 1,5 milioni di euro.

L'intenzione di Corte Lambruschini era di portare lo stipendio del difensore giapponese intorno al milione o, magari, anche qualcosina in meno ma l'idea non deve essere piaciuta troppo a Yoshida che ha invece deciso di far valere l'opzione presente nel suo contratto e restare per un altro anno alle stesse cifre. Sfuma quindi il primo tentativo di ridurre il monte ingaggi, vero e proprio faro dell anuova politica societaria del presidente Massimo Ferrero.