Sampdoria-Torino, Ranieri torna al passato: pronto il 4-3-1-2

di Alessandro Bacci

Il modulo provato a Bogliasco, i blucerchiati potrebbero cambiare volto

Sampdoria-Torino, Ranieri torna al passato: pronto il 4-3-1-2

Tutto pronto per la sfida tra Torino e Sampdoria. Per i granata è una settimana particolare con l'addio di Mazzarri e l'arrivo di Longo, pronto all'esordio tra le mura casalinghe. Per i blucerchiati la sfida è estremamente importante per cercare di portare a casa dei punti dopo la beffa subita con il Napoli. Problemi di abbondanza per Claudio Ranieri che dovrà fare a meno solamente di Fabio Depaoli e Alex Ferrari infortunati. I convocati sono 24, non c'è Askildsen mandato per questa volta in Primavera. Il tecnico blucerchiato sembra intenzionato a cambiare qualcosa, soprattutto nel modulo. Il 4-3-1-2 di 'giampaoliana memoria' stuzzica sempre di più l'allenatore. Lo schieramento era già stato testato nel secondo tempo contro il Napoli con ottimi risultati. In settimana è stato provato con insistenza anche a Bogliasco. Ecco che quindi Ranieri potrebbe cambiare volto alla sua Samp contro il Torino. Meno copertura difensiva ma maggiore propensione in attacco. L'alternativa è il classico 4-4-2 che dopo un buon impatto iniziale, sembra diventato di facile lettura per gli avversari.

I dubbi sono pochi. Quagliarella e Jankto hanno pienamente recuperato dai rispettivi infortuni e sono quindi arruolabili. Bereszynski ha scontato la squalifica, mentre il 'soldato' Thorsby potrebbe accomodarsi per questa volta in panchina. Murru, infine, è prpnto a riprendersi il proprio posto sulla fascia sinistra. Di seguito la probabile formazione:

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero-Bereszynski-Tonelli-Colley-Murru-Linetty-Ekdal-Jankto-Ramirez-Gabbiani-Quagliarella

(Foto UC Sampdoria - Pegaso Newsport)