Condividi:


Sampdoria, Ranieri: "Va bene così, non potevo chiedere di più alla squadra"

di Alessandro Bacci

Il tecnico: "Potevamo vincere ma anche perdere"

La Sampdoria ottiene un pareggio in casa contro il Sassuolo che lascia un po' di amaro in bocca ai tifosi blucerchiati. La Samp in undici contro dieci per oltre 60 minuti non è riuscita a far male agli avversari. Punto guadagnato o occasione persa? Claudio Ranieri in conferenza è sicuro: "Un punto è sempre un punto soprattutto dopo la sconfitta di Roma. La prestazione c'è stata, abbiamo lottato, si poteva vincere ma si poteva perdere. Incontravamo una squadra organizzata e che ha preso un palo, non dimentichiamolo. Più di questo non potevo chiedere alla squadra visto anche che potevo mettere una formazione che non era al 100%. Va bene così".

L'espulsione sembra aver quasi fatto più danni alla Sampdoria: "E' vero. Anche io ho fatto questa considerazione. Loro hanno continuato a giocare come sono organizzati, noi ci siamo un attimo disuniti ma alla fine gli abbiamo lasciati due contropiedi, uno pericolosissimo. Abbiamo fatto bene a far girare il pallone, potevamo essere più rapidi ma non si può ottenere sempre il massimo da quello che facciamo".

Come ha visto Tonelli? '’L'ho visto bene. Ha giocato con la febbre, lo devo ricambiare. Mi ha chiesto il cambio, sennò non l'avrei fatto".

Il mercato? "Aspettiamo venerdì alle 20". Mai dire mai quello che può accadere. Sappiamo la situazione e quello che possiamo fare. Se possono, lo faranno. Sennò va bene così. Devo salvaguardare il patrimonio della squadra".

Il rosso a Peluso? C'era un rigore su Gabbiadini? "Non lo so. Io non giudico mai l’operato degli arbitri. Era ultimo uomo, l’attaccante era rivolto verso la porta e per regolamento è rosso, se corri in direzione obliqua non è rosso. Accettiamo il verdetto, se il VAR non è intervenuto è perchè gli è stato bene così".