Sampdoria, Ranieri: "L'espulsione di Keita non ci stava, episodi sono girati storti"

di Redazione

Il tecnico guarda al 2021: "Io dico sempre di raggiungere 40 punti però come obiettivo cerco di fare un punto più dell'anno precedente"

Sampdoria, Ranieri: "L'espulsione di Keita non ci stava, episodi sono girati storti"

Ultima partita del 2020 amara per la Sampdoria che esce sconfitta 3-2 dal Sassuolo. Il tecnico Claudio Ranieri ha analizzato la gara partendo dalla pretazione di Keita Balde e dall'espulsione: "Si è visto che ha fatto cambiare il volto alla gara. Ha sempre chiesto il pallone in profondità con qualità e determinazione. Peccato l'abbiano espulso. L'espulsione non ci stava. L'arbitro ha sbagliato. Doveva prima dare il giallo e poi magari faceva lavorare il VAR e se fosse stato rosso glielo avrebbero fatto notare. Ha preso la palla pulita poi scivolando ha preso anche l'avversario, ci mancherebbe ma non credo fosse da espulsione diretta".

I cambi hanno avuto un ottimo impatto: "Chi ha giocato ha fatto il suo dovere con grande senso di abnegazione e altruismo. La gara è tutta qua. In quegli episodi che a noi sono girati storti".

Un auspicio per il 2021? "Continuare come il 2020 dove abbiamo fatto credo un'annata molto positiva. Ci siamo tirati fuori dalle zone basse della classifica, ci siamo salvati e adesso dobbiamo continuare ad essere propositivi e volenterosi cercando di migliorare la classifica dell'anno scorso. Io dico sempre di raggiungere 40 punti però come obiettivo cerco di fare un punto più dell'anno precedente".