Sampdoria-Sassuolo 2-3: i neroverdi con la qualità, ai blucerchiati non basta il cuore

di Alessandro Bacci

Gravi disattenzioni in difesa per la squadra di Ranieri. Keita entra, segna, trasforma la Samp e rimedia un'espulsione in pochi minuti

Sampdoria-Sassuolo 2-3: i neroverdi con la qualità, ai blucerchiati non basta il cuore

La Sampdoria esce sconfitta dal Ferraris 3-2 contro il Sassuolo. I neroverdi mostrano maggiore qualità a Marassi, la Samp sbaglia ancora una volta il primo tempo ma reagisce nel finale. Il cuore, però, non basta. La squadra di De Zerbi mostra per larghi tratti un grande calcio, i blucerchiati faticano a creare pericoli.

Il primo tempo si apre in modo scioccante per la Samp. Dopo un minuto e venti secondi il Sassuolo passa in vantaggio. Lorenzo Tonelli spazza malamente un pallone sui piedi di Boga, l'esterno serve Caputo che lancia in porta Traorè. Il giocatore neroverde ringrazia e fulmina Audero, un errore da matita rossa per il difensore blucerchiato. La partita si mette tutta in salita per la squadra di Ranieri che fatica terribilmente a creare occasioni da gol. Berardi pochi minuti più tardi tenta un bel sinistro dal limite dell'area, il pallone schizza sul praro bagnato del Ferraris ma Audero è bravissimo a controllare il pallone in due tempi. Nei primi 45 minuti Consigli non è mai impegnato dagli attaccanti della Sampdoria. Il Sassuolo gioca palla a terra con scambi rapidi che mettono in crisi la retroguardia blucerchiata. Il primo tempo termina 1-0 per i neroverdi senza altre grosse fiammate e con una Sampdoria che lascia ampi spazi ai contropiedi avversari.

Nella ripresa la sfida si accende. Al 54' in un momento difficile per la Samp Quagliarella riceve un pallone sul filo del fuorigioco, si gira e piazza il pallone nell'angolino basso. Pareggio del capitano blucerchiato. Neanche il tempo di esultare che il Sassuolo riparte. Nell'area della Sampdoria si forma un flipper con il pallone che dopo una serie di rimpalli finisce tra i piedi di Caputo che deve solo spingere in rete. 1-2 e una mazzata per la squadra di Ranieri. I neroverdi vanno a mille e sono ancora fortunati al 57' quando su un azione in contropiede Audero respinge un tiro di Boga, il pallone capita sui piedi di Berardi che insacca senza problemi. 1-3. La partita sembra indirizzarsi verso una vittoria semplice per il Sassuolo, poi Ranieri decide di inserire in campo Keita Balde. L'attaccante è indemoniato e crea subito due nitide occasioni da goal ma trova sulla sua strada Consigli. All'84' il senegalese riesce finalmente e a trovare la rete del 2-3 trasformando la Sampdoria per l'arrembaggio finale. Keita, però, mostra un eccesso di foga e al 90' entra in scivolata da dietro su Traorè. L'attaccante sembra colpire pallone e gamba ma l'arbitro senza esitazione sventola il cartellino rosso. Espulsione dubbia e Samp in dieci. Nei minuti finali il Sassuolo controlla senza problemi e i blucecrhiati si devono arrende. Si salva solo la reazione finale, ma contro la qualità della squadra di De Zerbi è troppo poco.