Tags:

La conferenza

Sampdoria, Ranieri: "Dobbiamo lottare con le unghie e con i denti per la sopravvivenza"

di Redazione

Il tecnico: "Non siamo stati rabbiosi. Derby? Dobbiamo essere gagliardi"

Sampdoria, Ranieri: "Dobbiamo lottare con le unghie e con i denti per la sopravvivenza"

La Sampdoria esce sconfitta dalla sfida con il Parma per 1-0. Un risultato pesante per il morale e per una classifica estremamente complicata. Nel post partita Claudio Ranieri ha analizzato il match: "Faccio un'analisi per la partita. Abbiamo impiegato mezz'ora prima di iniziare a giocare anche se abbiamo lasciato qualche calcio d'angolo agli avversari e qualche contropiede. Purtroppo ci siamo fatti sorprendere proprio su un corner. Gli ultimi quindici minuti mi sono piaciuti, la ripresa abbiamo creato di più. Purtroppo è un momento così. Una squadra che non è abituata a ricoprire questa posizione e nella piena lotta devi essere rabbioso a non prendere gol. Da quando sono arrivato abbiamo fatto così, stasera no. Non siamo stati rabbiosi nella prima parte del match. E' vero che eravamo concentrati però abbiamo regalato trenta minuti al Parma".

Come se la spiega la mancanza di voglia di combattere? "Me lo spiego, come ho detto ai ragazzi, abbiamo sbagliato gli ultimi quindici minuti con il Cagliari per la troppa voglia di segnare e non abbiamo avuto la serenità di capire che il 3-3 poteva andar bene. Per cui stasera ho detto di stare concentrati e determinati cercando le punte più rapidamente. Dobbiamo ricalarci nei panni della squadra che sta lottando con le unghie e con i denti nella squadra per la sopravvivenza".

Leris è stato sconcertante? "Ho visto Gaston Ramirez che non era nelle sue solite giornate e per allargare il gioco e avere i cross l'unico giocatore a disposizione era Leris".

Si può salvare la Samp? "Dobbiamo salvarci con le unghie e con i denti. Poi mettiamo in campo la qualità".

La prestazione di Thorsby? "A Thorsby non si può rimproverare nulla. Quello che ha te lo dà. Non sarà molto per voi ma per me è tantissimo".

Il rigore e il gol non convalidato? "E' la nuova regola. Il rigore respinto se la prende il difensore che è entrato prima, si ripete. Altrimenti si annulla".

Adessa arriva il derby:"I derby si caricano da soli. Girando per la città, sia noi che i nostri cugini, saranno caricati dalla gente. Dovremo fare una gara gagliardi, volitiva e piena di motivazioni".

Quagliarella può risentire dell'errore?"Non è un giovane. Sta assaporando l'esperienza. Sarà tranquillo e avrà voglia di far bene nel derby".