Tags:

serata nera sampdoria parma

Sampdoria-Parma 0-1, gira tutto storto ma la qualità è preoccupante

di Alessandro Bacci

Il Var, la traversa e Sepe condannano i blucerchiati, troppo poco

Sampdoria-Parma 0-1, gira tutto storto ma la qualità è preoccupante

Terza sconfitta consecutiva per la Sampdoria, dopo le due di Cagliari. Al Ferraris il Parma vince 1-0 grazie alla rete di Kucka. Una partita avara di emozioni che condanna i blucerchiati a restare a ridosso della zona retrocessione con un calendario tutt'altro che semplice. La fortuna non assiste la Samp ma la qualità di gioco e la pochezza nel reparto offensivo sono preoccupanti.

Nel primo tempo le due squadre si studiano per parecchi minuti. A crescere, però, è il Parma che sulla fascia sinistra trova ampi spazi per andare al cross. Thorsby non riesce a contenere le folate avversarie e al 20' arriva la svolta. Su calcio d'angolo Kucka svetta in area e insacca il pallone in rete. 1-0 per i ducali. La reazione dei blucerchiati è debole e per la prima occasione bisogna attendere il 38' con Murru che lanciato a rete nell'uno contro uno con Sepe spara il pallone a lato. È la scossa che accende la Samp. La squadra di Ranieri Termina il primo tempo con un pressing elevato ma senza trovare la rete. 

Nella ripresa Ranieri prova a cambiare. Passaggio al 4-4-2 con gli ingressi di Leris e Linetty al posto di Ramírez e Vieira. Il Parma è sempre pericoloso in contropiede e Gervinho inizia a far valere il proprio strapotere in velocità. L'occasione ghiotta per i blucerchiati arriva al 63' con Gabbiadini su punizione. Il calcio piazzato termina clamorosamente sulla traversa. Al 76' l'episodio chiave. Calcio di rigore per la Sampdoria, sul pallone va Quagliarella che incredibilmente sbaglia. Sulla respinta si fionda Jankto che serve la palla al capitano che segna senza problemi. Il ceco era però entrato in area troppo in anticipo e così il var annulla il gol. La Sampdoria reagisce e Colley lanciato a rete scarica un sinistro violentissimo verso la porta. Sepe miracolosamente respinge. La fortuna non assiste i blucerchiati. Nel finale i blucerchiati provano ad attaccare ma dalla trequarti in sù mancano le idee per finalizzare. Termina così la sfida dopo sei minuti di recupero tra i fischi del Ferraris.