Sampdoria, Ranieri: "Col Brescia con umiltà e determinazione, fiducia in Quagliarella"

di Maria Grazia Barile

"Non so se basteranno 40 punti per salvarsi"

Sampdoria, Ranieri: "Col Brescia con umiltà e determinazione, fiducia in Quagliarella"

Conferenza stampa di Claudio Ranieri in vista della partita casalinga con il Brescia, dopo il buon punto di Milano: "Quando giochiamo da squadra, belli compatti, creiamo problemi agli avversari. Ora mi aspetto la stessa prova di determinazione e di umiltà contro un Brescia molto ben organizzato. Sarà una partita difficilissima, anche loro vengono qua per vincere. Dobbiamo stare molto attenti. E' una squadra che conosce il calcio, si conosce da diversi anni. Dobbiamo essere consapevoli delle difficoltà della gara. Da quando sono arrivato, da ultimo in classifica, sono stato molto positivo. E' la mia natura. Vedo che ci sono diverse squadre, non so se saranno sufficienti i 40 punti per salvarsi. Dobbiamo credere in quello che facciamo, ci saranno alti e bassi ma non dobbiamo abbatterci".

Ranieri non sottovaluta il pericolo Balotelli: "È un campione. Ha nel suo arco differenti frecce per far gol. Si ferma con l'intelligenza e con la serenità. E, come detto prima, giocando da squadra".

Sul capitolo infortuni Ranieri taglia corto: " Sono sempre infortuni da contusioni. Per cui, come si fermano questi infortuni? Capitano. Capita a chi fa sport. Abbiamo visto Ferrari, Ramirez e Depaoli. Non dobbiamo fasciarci la testa e pensare questa partita. Per quanto riguarda la difesa ci stiamo preparando come sempre e come sempre deciderò sabato sera chi mettere al fianco di Chabot".

Ranieri poi incoraggia Quagliarella: "Sta bene. E' il nostro punto di riferimento, ho fiducia in lui".

Infine un accenno ai tifosi che si sono dati appuntamento per domani a Bogliasco: "L'ambiente è splendido. Questi tifosi sono veramente impagabili. Dobbiamo ringraziarli e io lo faccio con molto piacere".