Condividi:


Sampdoria-Milan 1-4: blucerchiati scarichi, rossoneri spietati

di Alessandro Bacci

Brutta prestazione della Samp apparsa già in vacanza, Ibrahimovic protagonista. Askildsen l’unico sorriso di giornata

Terza sconfitta consecutiva per la Sampdoria che cade 4-1 contro il Milan al Ferraris. Una brutta partita dei blucerchiati apparsi scarichi e meno convinti degli avversari. Ancora una volta l'impatto alla gara è stato pessimo, con i rossoneri subito in vantaggio dopo tre minuti. Solo una perla di Askildsen può regalare un sorriso in una serata da dimenticare.

Nel primo tempo l'impatto dei blucerchiati è pessimo. Bastano tre minuti a Zlatan Ibrahimovic per colpire. Bereszynski scivola sulla fascia e concede il cross a Rebic, lo svedese è lasciato colpevolmente da solo in area e colpisce di testa. 1-0. Al 10' il Milan ha già l'occasione per chiudere la sfida con Rebic lanciato a rete. L'attaccante si lascia ipnotizzare da Falcone e il portiere in spaccata devia il tiro in angolo. Dopo lo shock dei primi dieci minuti la Samp prova a reagire ma senza causare gravi problemi a Donnarumma. I blucerchiati soffrono sulla catena di destra con Bereszynski e Depaoli poco attenti in copertura. Nel finale Saelemaekers riceve un cross perfetto da Theo Hernandez dalla sinistra ma spara il pallone in gradinata. Termina così un primo tempo con una prestazione insufficiente dei blucerchiati.

La ripresa si apre nel modo peggiore. Al 52' Ibra serve un assist perfetto con una sponda di testa a Calhanoglu che di fronte a Falcone non sbaglia. L'arbitro annulla per un fallo ma il var convalida il gol. 2-0. Sei minuti più tardi al 58' il Milan colpisce ancora in contropiede con Ibrahimovic che riceve un pallone in profondità e scarica il sinistro alle spalle di Falcone. 3-0 e partita in cassaforte. Al 77' Bertolacci si conquista un calcio di rigore. Dal dischetto, con Ramirez e Quagliarella sostituiti, si presenta Gonzalo Maroni. L'argentino calcia debole e centrale e Donnarumma para. All'86' arriva l'unica gioia per la Samp. Il giovane Askildsen si inventa una rete capolavoro con un destro a giro nel sette imprendibile. 3-1 e Grande rete del norvegese che regala almeno il punto della bandiera alla squadra squadra. Il Milan reagisce e al 90' Rafael Leao con un destro violentissimo firma il definitivo 4-1. La Sampdoria cade nell'ultima partita a Marassi subendo un poker. La grinta e la voglia sono scarse, la squadra sembra già in vacanza.