Sampdoria-Juventus 1-2, cuore e coraggio non bastano ai blucerchiati

di Alessandro Bacci

I bianconeri espugnano Marassi ma con estrema fatica

Sampdoria-Juventus 1-2, cuore e coraggio non bastano ai blucerchiati

La Sampdoria perde 2-1 contro la Juventus nell'ultima sfida del 2019. Una partita giocata a buoni ritmi con la squadra di Ranieri capace di far soffrire i campioni d'Italia. Due prodezze di Dybala e Ronaldo condannano la Samp ma sicuramente una prestazione che fa ben sperare.

Il primo tempo si apre con un estenuante possesso palla dei bianconeri. La Samp inizia con un catenaccio serrato è la prima occasione arriva solo al 17' con un colpo di testa pericolosissimo. Sull'azione successiva Dybala si inventa un sinistro al volo incredibile con il pallone che si insacca alla destra di Audero. La Sampdoria non reagisce e il possesso palla dei bianconeri è a tratti frustrante. La squadra di Ranieri è però ordinata e concede poco agli avversari. Al 34' la Samp pareggia con Caprari. Ramirez ruba un pallone ad Alex Sandro e serve un assist d'oro per l'attaccante che da pochi passi non sbaglia. La Juve non si scompone e continua a macinare gioco. Al 45' Cristiano Ronaldo vola in cielo e con un colpo di testa batte Audero. Salto impressionante del portoghese ma forse Audero poteva essere più reattivo nell'uscita sul pallone alto. Il primo tempo termina 2-1 per i bianconeri.

Nella ripresa Ranieri è costretto a inserire Leris a causa di un infortunio per Depaoli. La Samp si dimostra più convinta rispetto al primo tempo ma far male alla Juve non è facile. Il tecnico blucerchiato gioca la carta Gabbiadini al posto di Jankto. L'attaccante trova pochi spazi ma i blucerchiati danno la sensazione di non arrendersi. I bianconeri nel finale mollano un po' la presa ma la Samp non trova il varco giusto per fare male. La partita termina senza ulteriori emozioni ma con un'espulsione rimediata da Caprari. Forse i blucerchiati nella ripresa avrebbero meritato qualcosa di più.