Sampdoria, il vice Tarozzi: “Partita vinta da squadra, ultime settimane complicate”

di Alessandro Bacci

Il tecnico: “Ci sono momenti in cui devi sacrificarti di più ma i ragazzi l'hanno fatto in maniera ordinata”

Sampdoria, il vice Tarozzi: “Partita vinta da squadra, ultime settimane complicate”

 

La Sampdoria si gode la prima vittoria in Serie A al Ferraris della stagione. I blucerchiati si impongono 2-1 sullo Spezia e prendono una bella boccata d'aria anche in termini di classifica. A parlare nel post partita è mister Tarozzi, il vice dello squalificato Roberto D'Aversa: "Era una partita veramente importante per noi. Lo spirito di sacrificio è stato molto importante. E' raro vedere in A una squadra che domina tutta la gara, ci sono momenti in cui devi sacrificarti di più ma i ragazzi l'hanno fatto in maniera ordinata. Hanno anche fatto vedere trame interessanti in ripartenza. Ad inizio gara li abbiamo aggrediti alti poi dopo l'infortunio di Verre ci siamo abbassati ma abbiamo avuto occasioni e segnato".

In corsa la Samp ha cambiato assetto: "Il mister in settimana aveva battuto molto sul fatto che fosse una gara importante e di conseguenza era più importante lo spirito di sacrificio. Era importante i tre punti e li abbiamo raggiunti con lo spirito dei giocatori anche di chi ha giocato poco come Quagliarella. Tutti hanno fatto la loro parte, è stata una partita vinta dalla squadra".

Vittoria che riporta tranquillità? "Le ultime settimane sono state impegnative ma fa parte del gioco. E' un percorso iniziato dal ritiro, ci sono momenti esaltanti e momenti di difficoltà. Le ultime sono state complicate ma la risposta di tutti sia stata molto soddisfacente e importante. Sappiamo di avere una squadra importante e siamo contenti di questo".

Preoccupati di essere Candreva dipendenti? "E' il giocatore che ha avuto più continuità da inizio anno mentre quelli più qualitativi hanno avuto qualche problema. Lui sta facendo una stagione strepitosa, non deve rallentare ma c'è una squadra sta dando tanto e siamo molto contenti".

Una vittoria che dà fiducia in vista di Atalanta e Torino: "Una vittoria importante però fa parte di un percorso. La prendiamo come tale. Il bello è che è venuta con tutti questi ingredienti che il mister aveva chiesto di mettere dentro la partita. C'è ancora tanta strada, ci saranno partite diverse".

Cosa le è piaciuto di più? "Lo spirito. Io farei i complimenti alla squadra. L'unico dispiacere è che non ci fosse il mister in panchina perché ci teneva tanto".