Condividi:


Sampdoria, Ferrero: "Non siamo la vittima sacrificale della Juventus"

di Maria Grazia Barile

Il presidente blucerchiato sibillino sul rinnovo di Ranieri: "Preferisco tenermi stretti i miei figli...battute a parte è un fuoriclasse ed un vero signore"

"Non siamo la vittima sacrificale di nessuno né tantomeno siamo in vacanza". Così Massimo Ferrero in vista della sfida di questa sera all'Allianz Stadium con la Juventus, che potrebbe consegnare il nono scudetto consecutivo ai bianconeri. Il presidente della Sampdoria aggiunge: "Ci tengo a precisarlo nei confronti di chi considera scontati i tre punti per i bianconeri. Noi vogliamo continuare il ciclo di successi delle ultime settimane. Andiamo a Torino per giocarci la nostra partita con grande orgoglio e provare a vincere. Perché un conto è sconfiggere una rivale diretta e un conto i campioni d’Italia". Ferrero, in una lunga intervista a Libero, dichiara le proprie intenzioni anche per vendicare la gara d'andata: "Battere uno squadrone come la Juve, per di più a casa loro, sarebbe qualcosa di speciale e di altisonante. Se ripenso all'andata, non so come Ronaldo quella sera sia riuscito ad alzarsi in cielo, avrà avuto delle molle nascoste negli scarpini per fare quell’elevazione sovrannaturale. Cristiano è un fuoriclasse, ma si può fermare". Il presidente ricorda la passata stagione: "L’anno scorso a Torino senza il Var avremmo vinto, invece ci hanno annullato il gol di Saponara al novantaduesimo e dato 2 rigori contro…". Per la salvezza, ottenuta con 4 giornate d'anticipo, Ferrero ci tiene a ringraziare tutti: "Voglio fare un plauso pubblicamente a Ranieri, ai ragazzi ma anche allo staff tecnico e societario, non era facile ripartire dopo quelle settimane davvero difficili, ma hanno reagito alla grande. Evviva tutti loro e la mia Samp. Spiace per il derby, mi sono arrabbiato un po’ ma è stata una gara decisa dagli episodi, per noi sfortunati. Peccato perché in 6 stagioni da presidente della Samp ne ho persi solo due".

Sibillino il presidente sul possibile rinnovo del contratto di Ranieri: "Preferisco tenermi stretti i miei figli… battute a parte, Ranieri come allenatore è un fuoriclasse. In panchina ha vinto ovunque, ma umanamente ho scoperto una persona davvero perbene e di grande livello. Un vero signore".