Sampdoria, D'Aversa: "Ci vuole cattiveria, dal primo contrasto il pallone deve scoppiare"

di Maria Grazia Barile

"Non siamo partiti forte ed è responsabilità mia, siamo entrati in campo facendo troppi errori, sbilanciando la partita su un risultato immeritato"

Sampdoria, D'Aversa: "Ci vuole cattiveria, dal primo contrasto il pallone deve scoppiare"

"La rabbia per la sconfitta non c'è solo da parte mia ma anche da tutti i ragazzi. Era troppo importante la partita, andava curata nel dettaglio, anche i tacchetti delle spalle. Invece siamo entrati in campo commettendo troppi errori, sbilanciando la partita su un risultato non meritato". Esordisce così a Dazn Roberto D'Aversa dopo la pesante sconfitta di Cagliari. Il tecnico aggiunge: "Se si analizza tutta la partita, è questione di centimetri, oggi abbiamo commesso troppi errori. Il risultato poteva essere diverso, ma è demerito nostro perché ci sono alcuni aspetti da migliorare. Serve più cattiveria. Non siamo partiti forte ed è responsabilità mia. Quando affrontiamo le big sappiamo di essere inferiori e curiamo anche la compattezza, invece oggi siamo ancora a recriminare su una partita persa per demerito nostro, abbiamo concesso troppo.  La reazione c'è stata, ma mi aspettavo che partissero in maniera diversa. Già dal primo contrasto il pallone deve scoppiare, deve esserci più cattiveria sportiva".