Condividi:


Regionali Liguria, via libera in Commissione alla doppia preferenza di genere

di Redazione

La legge sarà approvata in Consiglio Regionale, i cittadini al voto potranno esprimere due preferenze di due generi diversi

Via libera alla nuova legge elettorale in Liguria che prevede la doppia preferenza di genere. In Commissione la nuova legge è stata votata con 27 voti a favore e sarà valida nelle prossime elezioni regionali. Adesso manca solo la rattifica delConsiglio regionale attraverso il voto. Il 20-21 settembre cittadini al voto potranno esprimere due preferenze di due generi diversi. 

Esprimiamo grande soddisfazione per il via libera, in Commissione - grazie a un'ampia maggioranza qualificata di 27 voti - alla nuova legge elettorale ligure, che prevede la doppia preferenza di genere. È dall'inizio della legislatura che cerchiamo di introdurre questa modifica e siamo contenti di essere riusciti a farlo, seppur in zona Cesarini. Un ringraziamento va indubbiamente al Governo che, nelle scorse settimane, aveva esortato le poche Regioni italiane, come la Liguria, che ancora non lo avevano fatto, a inserire la doppia preferenza di genere nella loro legge elettorale. Quell'intervento ci ha consentito di tornare ad affrontare la questione". Lo scrive in una nota il Pd. "Confidiamo che domani in Consiglio regionale venga ratificata con il voto la decisione presa oggi in Commissione. Siamo contenti che i cittadini liguri, che a settembre saranno chiamati alle urne, potranno finalmente esprimere due preferenze - e non più una sola - di due generi diversi. Il contributo del Gruppo del Pd in tal senso è stato decisivo. Siamo felici di aver concorso a dotare la nostra Regione di una legge elettorale all'altezza della sua storia e dei suoi cittadini. Una norma di civiltà, che non poteva essere più rimandata".

"Via libera alla nuova legge elettorale della Liguria: votata oggi in Commissione, con un'ampia maggioranza, la riforma che prevede la doppia preferenza di genere e le quote di genere, una modifica auspicata fin dall'inizio della legislatura. Domani, la riforma affronterà il passaggio in Consiglio regionale e ci auguriamo venga ratificata con la stessa convinzione". Lo scrivono in una nota il capogruppo regionale Fabio Tosi e il vicecapogruppo regionale Andrea Melis. "Finalmente anche i cittadini liguri potranno, già a settembre, esprimere due preferenze di due generi diversi - conclude la nota -, un risultato cui siamo giunti anche grazie al Governo che aveva più volte esortato alcune regioni, poche ma fra queste vi era la Liguria, a inserire l'importante modifica nella loro legge elettorale".

"Bene il passaggio in commissione dell'introduzione della doppia preferenza di genere alle elezioni regionali in Liguria. Ora la stessa sensibilità deve esserci sull'eliminazione del listino dei nominati". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stasera in una nota commenta la misura prevista dal progetto di riforma della legge elettorale regionale. "Si tratta di un obiettivo che ci eravamo prefissati e che è stato accolto da tutte le forze politiche: in questo modo diamo un ulteriore segnale concreto in questo primo passaggio dell'iter consiliare, avviato dopo l'approvazione in Giunta, la scorsa settimana, di un ddl per modificare la legge elettorale del 1995 - ricorda -. Si tratta di una battaglia di civiltà: adesso ci auguriamo che in sede di discussione in consiglio regionale venga eliminato anche il listino".