Condividi:


Psicosi coronavirus, negli Stati Uniti tutti vogliono acquistare un'arma

di Marco Innocenti

Decine di persone in coda negli stati più colpiti dall'epidemia

C'è chi combatte il coronavirus con generi alimentari, mascherine e gel disinfettanti e chi, invece, decide di farlo... a colpi di armi da fuoco. E' quello che sta accadendo negli Stati Uniti dove da alcuni giorni si sta assistendo ad una vera e propria corsa alle armi. Negli stati più colpiti dall'epidemia, i negozi di armi sono stati letteralmente presi d'assalto, con code che sono arrivate a superare anche le 50 persone fuori dalla porta. Risultato: boom di vendita di armi e munizioni. 

Già qualche giorno fa vi avevamo dato conto della corsa all'acquisto di carta igienica, sempre negli Stati Uniti, ma stavolta la faccenda rischia di farsi un pelo più pericolosa, vista anche la facilità con la quale in Usa è possibile dotarsi di un'arma da fuoco. Qualcuno ha reagito ironicamente: non mancano infatti i tweet del tipo "Ma cosa pensano di fare? Vogliono sparare al virus per annientarlo?". Ma c'è anche chi ovviamente vede questa corsa alle armi come una minaccia alla sicurezza di tutti, proprio perché scaturita dalla reazione isterica ad una paura irrazionale e istintiva della pandemia.