Porto di Venezia, Città metropolitana e Regione diserteranno anche la terza convocazione

di Marco Innocenti

Il 30 giugno era l'ultima data utile per votare il bilancio 2019 dell'AdSP. Il Mit potrebbe sbloccare la situazione con l'approvazione tecnica

Era stata convocata con urgenza per domani, martedì 30 giugno alle ore 10, la seduta del Comitato di Gestione per il voto sul bilancio 2019 dell’Ente che, dopo il voto contrario dei rappresentanti di Città Metropolitana di Venezia e Regione Veneto, aveva scatenato un vespaio di polemiche intorno all'Autorità governata dal presidente Pino Musolino. Giri e Campitelli, però, così come fatto anche per la seconda convocazione di venerdì 26 giugno scorso, hanno già fatto sapere che non si presenteranno. "Indisponibilità a poter partecipare" hanno fatto sapere anche stavolta.

A integrazione della documentazione già prodotta, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Settentrionale – Porti di Venezia e Chioggia, aveva messo a disposizione dei membri del Comitato, già a partire dal 25 giugno 2020, una precisa nota tecnica in risposta al parere depositato dai membri della Città Metropolitana di Venezia e della Regione del Veneto al termine della seduta del Comitato di gestione del 18 giugno 2020. Gli altri membri del Comitato si riuniranno comunque domani in ottemperanza al regolamento che disciplina lo svolgimento del Comitato di gestione dell’AdSP del mar Adriatico settentrionale, resteranno in riunione per 20 minuti e poi, una volta dichiarata l'assenza del numero legale, l'assemblea verrà sciolta.

Ora la palla potrebbe passare al Mit, che ha peraltro già espresso parere favorevole sul bilancio dell'Autorità: il ministero potrebbe scegliere per un'approvazione tecnica