Ponte Genova, Uil Liguria su proroga precari: "Ora la stabilizzazione definitiva del personale"

di Redazione

Richiesto di comprendere nel provvedimento anche le due lavoratrici della Camera di Commercio rimaste escluse

"La proroga dei contratti dei lavoratori precari assunti nel corso dell'emergenza del ponte Morandi presso Regione Liguria, Comune di Genova e Camera di Commercio di Genova è un buon punto di partenza ma esistono ancora due problemi che chiediamo siano affrontati dalle amministrazioni interessate" - lo segnala la Uil Liguria in una nota con il segretario generale Mario Ghini e i segretari regionali Alfonso Pittaluga e Carlo Benvenuto -. "Il primo problema che la Uil, da domani, riproporrà con forza è la stabilizzazione definitiva del personale, il secondo è comprendere nel provvedimento anche le due lavoratrici della Camera di Commercio rimaste escluse".

"Chi ha sostenuto una selezione pubblica ha acquisito competenze e opera ormai da anni al servizio della comunità, ha diritto ad essere stabilizzato, nessuno escluso", spiegano i sindacalisti della Uil. Uil ringrazia comunque deputati e senatori per l'approvazione dell'emendamento della Commissione Affari costituzionali e bilancio della Camera".