Ponte Genova San Giorgio, al via il collaudo delll'elicoidale

di Redazione

Il test sulla struttura sarà una delle ultime operazioni prima dell'apertura del viadotto. Le operazioni iniziate al mattino riprenderanno alle 18

Ponte Genova San Giorgio, al via il collaudo delll'elicoidale

È un altro giorno importante per il ponte Genova San Giorgio. Sono in corso le prove di collaudo del tanto discusso elicoidale la struttura di raccordo tra l’autostrada A7 e il nuovo ponte. La costruzione aveva mostrato diverse criticità ed era stata sottoposta a importanti controlli e a una serie di interventi di rinforzo. I lavori sulla rampa Elicoidale, svolti in stretto raccordo con il MIT, si concluderanno in linea con l'apertura al traffico del nuovo ponte sul Polcevera, grazie al lavoro di 200 tecnici e operai specializzati, operativi per singolo turno di lavoro, con oltre 5 società appaltatrici.

Gli interventi principali hanno riguardato il ripristino conservativo generale della struttura, attraverso lavori su alcune parti dell’opera come le contro-solette, i traversi e l’interno dei cassoni, oltre che il risanamento delle pile mediante sabbiatura e l’apposizione di protettivi esterni. Sono stati inoltre rinnovati i cordoli per l’installazione delle barriere in posizione più interna per ripristinare la larghezza originaria della carreggiata. Eseguiti anche interventi di adeguamento alle nuove norme tecniche 2018 e alle recenti linee guida emanate in materia dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Oggi dunque il collaudo statico che potrà durare per l'intera giornata e se necessario proseguirà anche di notte.
 
Le operazioni sono iniziate al mattino con il passaggio di otto camion, ciascuno con un peso di circa 50 tonnellate. Alle 11.30 i lavori sono stati sospesi per evitare che il caldo potesse influire nelle misurazioni. Intorno alle 18 è prevista la ripresa dei lavori che potrebbero, come detto, continuare anche di notte.