Condividi:


Ponte Genova, Bucci: "Un evento per ricordare le vittime e un altro per l'inaugurazione"

di Redazione

Il sindaco: "Ogni dettaglio sarà comunicato e concordato con i familiari delle vittime"

Ci saranno due eventi distinti, uno il 14 agosto per ricordare i morti nel crollo del Morandi e uno prima per celebrare il nuovo ponte e, comunque ogni dettaglio sarà comunicato e concordato con i familiari delle vittime". Lo ha detto Marco Bucci, sindaco di Genova, rispondendo alla domanda di Celeste, una delle studentesse che oggi pomeriggio hanno dialogato con lui in una videochat pubblica organizzata dall'Agenzia per la famiglia del Comune.

Nei giorni scorsi si erano aperte le polemiche sulle dichiarazioni del comitato dei Parenti delle vittime del Morandi che ha fatto sapere che non parteciperà alla celebrazione per l'inaugurazione del nuovo viadotto sul Polcevera non condividendone l'impostazione troppo spettacolare. Anche l'associazione degli sfollati aveva espresso critiche, come ricordato dalla studentessa durante l'appuntamento in streaming.

L'iniziativa della videoconferenza tra Bucci e gli studenti è stata voluta per mettere in contatto adolescenti e istituzioni dopo il delicato periodo di emergenza Covid. Il tema della "dad", la didattica a distanza, è tornato più volte: Alcuni giovani come Sara, dell'Istituto Ad Nives di Pegli e Jurgen, del Don Bosco, hanno fatto notare come per molti l'assenza di una rete internet e di un buon segnale wifi sia stato una discriminante per molti coetanei sia da un punto di vista tecnologico sia economico. "In futuro - ha detto Bucci - se ce ne sarà bisogno dobbiamo trovare soluzioni perché nessuno resti indietro".

La stessa videoconferenza, interrotta e non semplicissima da seguire per problemi di connessione, ha mostrato concretamente quanto problematici siano stati questi ultimi mesi per docenti e alunni. In vista del ritorno in classe Bucci afferma: "Il plexiglass nelle aule per contrastare i contagi? Non mi convince affatto, secondo me è molto meglio indossare le mascherine, ma non dipende da me e dovremo aspettare le indicazioni dell'Istituto superiore di Sanità".

In apertura una riflessione sull'esame della maturità ai tempi del Covid: "Oggi voi state vivendo questa emergenza, io ho finito il liceo nel 78, pochi giorni dopo il ritrovamento di Aldo Moro ucciso dalle Br - ha raccontato il sindaco a due studenti del liceo Doria, lo stesso istituto da lui frequentato - anche allora il clima era terribile, tutto era molto difficile, questo per dire che ne abbiamo passate tante e passeremo anche questa".