Condividi:


Piacenza, numeri record per il Gis: oltre 12mila ingressi in tre giorni

di Edoardo Cozza

Potestà (direttore di Mediapoint & Exhibitions): "Si è messo in mostra un comparto importante della realtà economica italiana"

Record di visitatori per il GIS, l’8ª edizione delle Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali, che ha chiuso i battenti al Piacenza Expo. Oltre 12 mila gli ingressi registrati durante la tre giorni dedicata ai settori del sollevamento di materiali, lavoro in quota, movimentazione industriale e portuale e trasporti eccezionali.

“Nella sola giornata di venerdì”, dichiara Fabio Potestà, direttore di Mediapoint & Exhibitions, società organizzatrice della fiera, “abbiamo registrato un numero di visitatori pari a quello avuto nell’intera edizione del GIS 2019”. Numeri incontrovertibili, “visto che la nostra fiera è certificata”, aggiunge Potestà, senza nascondere la soddisfazione per il successo ottenuto dell’evento.

“All’8ª edizione delle Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali si è messo in mostra un comparto importante della realtà economica italiana”, sottolinea Potestà, “La ripresa c’è. Anche durante il periodo Covid, questo comparto ha lavorato a tutta forza, il Ponte San Giorgio di Genova lo dimostra chiaramente. Le aziende della logistica e dei trasporti pesanti sono aziende coraggiose e i player del sollevamento sono duri, tosti”.

Lo sguardo di Mediapoint & Exhibitions è già rivolto al futuro, mantenendo sempre il centro fieristico piacentino e il Comune di Piacenza quali partner privilegiati: “La fiera ha funzionato bene, si è allargata ulteriormente rispetto agli anni precedenti e alcuni espositori importanti ci hanno già chiesto di aumentare lo spazio nel 2023 e vedremo di accontentare le loro richieste”, spiega Potestà, che aggiunge “La liaison con Piacenza Expo è forte”.

Infatti, sempre a Piacenza Expo, in calendario c’è anche il GIC, Le Giornate italiane del Calcestruzzo/Italian Concrete Days, l’unica manifestazione italiana dedicata alle macchine, alle attrezzature, ai prodotti e alle tecnologie per l’industria del calcestruzzo, la prefabbricazione e il ripristino delle strutture in calcestruzzo armato, anche in zone sismiche, che aprirà i battenti il 28 aprile 2022. “Un’altra manifestazione in fortissima crescita, la cui edizione del 2020 era stata cancellata causa Covid a solo tre giorni dall’inaugurazione”, spiega Potestà.

A giugno 2022, invece, si terrà il Pipeline & Gas Expo, la prima manifestazione a livello internazionale dedicata alla “utility construction”, ovvero tutte le aziende che progettano costruiscono e manutengono le utilities, come acquedotti, gasdotti, metanodotti e oleodotti. “Un’altra fiera che era stata annullata nel 2020” spiega Potestà, “un altro segmento che non aveva una manifestazione fieristica di riferimento né in Italia né all’estero, che prevediamo avrà un grosso successo”.

Condividi: