Pazza primavera in Liguria: il caligo torna sulle coste di Savona

di Alessandro Bacci

Il contatto tra aria calda e l'acqua fredda del mare ha riportato la nebbia sulle coste del savonese, uno scenario che richiama ancora le vecchie leggende

Pazza primavera in Liguria: il caligo torna sulle coste di Savona

Il 2021 sarà ricordato anche come l'anno del caligo in Liguria. Dopo le due apparizioni in tutta la regione nelle scorse settimane, oggi, a maggio inoltrato la nebbia del mare ha fatto una nuova apparizione sulle coste del savonese. Non un fenomeno così strano: l’acqua marina (ancora fredda) al contatto con l’aria mite in scorrimento sopra la superficie evapora e tende a condensare rapidamente, formando delle minuscole goccioline di vapore. Se la temperatura dell’aria raggiunge il cosiddetto "punto di rugiada" si forma la nebbia che viene sospinta sulle coste dalle brezze di mare. 

Per la terza volta in questo 2021 il fenomeno si ripresenta in Liguria portando con sè un grande fascino per alcune vecchie leggende. Il caligo ha colto di sorpresa anche i primi turisti che sono tornati ad animare le riviere della nostra regione. Uno scenario che lascia ogni volta a bocca aperta.