Paura a Ventimiglia, deraglia il vagone di un treno merci in stazione

di Alessandro Bacci

Fortunatamente la cisterna era vuota e non si registrano feriti, linea bloccata per oltre un'ora. Probabile errore umano

Paura a Ventimiglia, deraglia il vagone di un treno merci in stazione

Un vagone cisterna adibito al trasporto di ossido di etilene, che per fortuna era vuoto, è deragliato verso le 6.30 alla stazione di Ventimiglia. Non si registrano feriti. Si tratta dell'ultimo vagone di un treno merci diretto verso la Francia. Sul posto sono presenti i vigili del fuoco. Restano ancora da chiarire le cause dell'incidente, che potrebbero essere legate a problemi con lo scambio. È stata tolta l'alimentazione elettrica per consentire gli interventi nella zona dell'incidente. E' stato istituito un servizio di bus navetta, da e per Mentone, per i treni diretti in Francia.

E' ripresa intorno alle 7.40 la circolazione sulla direttrice Italia-Francia interrotta stamani per il deragliamento di un treno merci. Sono ripartiti sia l'Intercity 505 con un'ora di ritardo che il Thello dalla Francia.

Potrebbe essere stato un errore umano, dovuto alla mancata rimozione di una staffa ferma carro, a provocare il deragliamento di un vagone cisterna vuoto nella stazione ferroviaria di Ventimiglia. Lo si apprende da fonti qualificate. Nessun problema di linea o nel meccanismo dello 'scambio'. Secondo la prima ricostruzione, è probabile che alla ripartenza del treno il vagone sia rimasto bloccato dalla staffa uscendo dai binari. Le staffe vengono messe sulle ruote delle carrozze quando il treno è fermo per evitare spostamenti. Sul caso verrà aperta un'inchiesta della Procura. Il treno era diretto in Francia.