Niente vaccino, due bimbi sospesi dall'asilo in Valpolcevera

di Redazione

Le famiglia: "Assurdo". Il dirigente scolastico: "Applicata la legge"

Niente vaccino, due bimbi sospesi dall'asilo in Valpolcevera

Due bambini di 4 e 5 anni sono stati sospesi dall'asilo perchè non sono in regola con il calendario vaccinale. La decisione è stata presa dal dirigente dell’Istituto.

Sino a 5 anni, l’obbligo vaccinale prevale su quello scolastico: ma da 6 a 16 anni, l’obbligo è quello di andare a scuola. Vaccinati o meno.

La bambina più grande ritornerà a frequentare a settembre 2020, il più piccolo l’anno successivo. «L’esclusione di nostra figlia dall’ultimo anno di asilo, quando il prossimo dovrà andare a scuola e lo farà a prescindere dai vaccini, la troviamo assurda oltre che penalizzante per il suo sviluppo intellettivo ed emotivo», ha denunciato la mamma della bambina che, alla scelta della scuola, ha risposto con una diffida inviata dal proprio avvocato.

Il dirigente scolastico della scuola ha riferito di essere stato costretto a sospendere i due bambini in applicazione delle normative vigenti.

L'anno scorso erano stati quindici i bambini sospesi dalle scuole perchè non in regola con i vaccini. Dieci a Genova, tre nello spezzino e due nel chiavarese.

Genova - Martina e Giovanni (i nomi sono di fantasia), due bambini di 4 e 5 anni, non vanno più all’asilo. Non sono in regola con il calendario vaccinale e, per questo, il dirigente dell’Istituto, ha deciso di sospenderli. Fino a 5 anni, l’obbligo vaccinale prevale su quello scolastico: ma da 6 a 16 anni, l’obbligo è quello di andare a scuola. Vaccinati o meno.

La bambina più grande ritornerà quindi a frequentare a settembre 2020, il più piccolo, addirittura, l’anno successivo. «L’esclusione di nostra figlia dall’ultimo anno di asilo, quando il prossimo dovrà andare a scuola e lo farà a prescindere dai vaccini, la troviamo assurda oltre che penalizzante per il suo sviluppo intellettivo ed emotivo», dice la mamma della bambina che, alla scelta della scuola, ha risposto con una diffida inviata dal proprio avvocato.