Condividi:


Morti sul lavoro, Assoporti lancia una raccolta fondi per le famiglie

di Edoardo Cozza

I soldi saranno destinati alle famiglie delle vittime. Il presidente Daniele Rossi: "Su salute e sicurezza non possiamo transigere"

Dopo il nuovo decesso sul lavoro di un portuale, questa volta a Taranto, l’Assoporti ha espresso il proprio cordoglio ai familiari e ha ribadito il proprio impegno per cercare di scongiurare ulteriori episodi simili. A tal fine sarà avviata, in accordo con le parti sociali, una campagna straordinaria di sensibilizzazione per diffondere ancora di più l’attenzione su questo tema cruciale.

Nel contempo, l’associazione ha istituito un conto corrente dedicato alla raccolta di fondi destinati ai superstiti delle vittime. L’obiettivo è quello di fornire assistenza alle famiglie dei lavoratori deceduti nei porti mentre svolgevano il proprio lavoro, attingendo ad un fondo di solidarietà nel quale sarà versato una somma a carico del bilancio della stessa Assoporti, e saranno raccolti fondi dalle Associazioni del cluster-marittimo portuale, nonché da parte di coloro che vorranno dare un contributo.

Il presidente Daniele Rossi ha tenuto a sottolineare come “la sicurezza e la salute dei lavoratori siano un bene sul quale non si può transigere. Ci vogliamo stringere attorno a queste famiglie anche con questo gesto di piccola solidarietà. Per quanto possibile, vorremmo che questo fondo diventasse un segnale di assistenza e attenzione per tutte queste famiglie”.