Condividi:


"Mi hanno violentata, tutti": parla la ragazza che ha denunciato Ciro Grillo e gli altri amici

di Alessandro Bacci

Secondo una ricostruzione avrebbero costretto Silvia a bere vodka, tenendola per i capelli. Il giorno seguente ha comprato la pillola del giorno dopo

"Mi hanno violentata", "tutti", sono le parole che Silvia, la ragazza che ha denunciato Ciro Grillo e gli altri ragazzi, rivolge all'amica al risveglio: La Stampa, basandosi sul fascicolo delle indagini, ricostruisce la serata al Billionaire, la presunta violenza e quello che accadde dopo. Il quotidiano scrive che sono stati sentiti decine di testimoni (tassisti, baristi e il fotografo della discoteca, amici, istruttori sportivi), intercettati i telefoni, recuperati i messaggi e analizzati video e foto. Emerge un bacio tra Ciro e Silvia. Poi l'invito a casa per un piatto di spaghetti. Sono passate le 6 quando l'amica di Silvia va a sdraiarsi sul divano del soggiorno.

La ricostruzione del quotidiano parla di diversi tentativi di approccio: uno dei ragazzi chiede a Silvia di dormire insieme ma lei si rifiuta e cerca di svegliare l'amica per andarsene. Questa nel dormiveglia risponde di lasciarla tranquilla e non si alza. Poi avrebbero costretto Silvia a bere della vodka, tenendola per i capelli. Il giorno dopo alle 14.45 l'amica si sveglia e trova l'amica paralizzata.

L'articolo riporta le parole del titolare del bed & breakfast dove le due ragazze alloggiavano: "Quel pomeriggio le ragazze non erano più le stesse". Sempre secondo la ricostruzione, Silvia chiede in prestito una bici per andare a comprare la pillola del giorno dopo. Quindi va alla lezione di kite surfing. L'istruttore riferisce: "Ricordo che era molto turbata". Infine, il giornale scrive di un messaggio whatsapp: "Ho paura che quella ci ha denunciato".