Condividi:


Segre, il sindaco Peracchini: "Solidarietà al nostro premio Exodus"

di Redazione

Il primo cittadino spezzino sostiene la senatrice sotto scorta: "In difesa della Memoria storica"

"La Città della Spezia, Medaglia d'Oro al Merito Civile con la motivazione 'La popolazione spezzina, all'indomani del secondo conflitto mondiale, con spirito cristiano ed encomiabile virtù civile si distinse, per particolare iniziative e atti umanitari nell'accogliere ed assistere i profughi ebrei scampati ai lager nazisti...', oggi come allora rinnova la propria solidarietà al popolo ebraico e in particolare alla senatrice a vita Liliana Segre, costretta a ricevere una scorta per proteggersi dalle odiose e riprovevoli minacce di cui è oggetto".

Lo afferma il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini che nel 2018 ha consegnato a Segre il Premio Exodus che ricorda l'aiuto dato dagli spezzini agli ebrei scampati ai campi di sterminio e diretti in Israele."In difesa del valore della Memoria storica come antidoto alla violenza e all'indifferenza, come scrivemmo nella motivazione con cui le conferimmo il Premio, rivolgo alla Senatrice Liliana Segre l'ammirata gratitudine per l'alta attività educativa che non cessa di svolgere, insieme all'affettuosa vicinanza mia e della Comunità spezzina, invitandola nuovamente a tornare nella nostra Città quando potrà e vorrà farlo, per testimoniare ancora una volta tutti quei Valori che rappresenta così mirabilmente", conclude Peracchini.