Liguria, Pasquetta blindata: forze dell'ordine schierate. Domani torna la zona arancione

di Alessandro Bacci

Controlli intensificati in città, spiagge e alture. A Sanremo il 50% dei controllati in spiaggia proveniva da fuori regione

Liguria, Pasquetta blindata: forze dell'ordine schierate. Domani torna la zona arancione

Seconda Pasquetta blindata per la Liguria, come nel resto d'Italia. Niente gite fuori porta o grigliate sui prati, le forze dell'ordine anche oggi sono schiarite per evitare assembramenti e per verificare il rispetto delle norme anti covid. In tutta la Liguria sono stati effettuati a Pasqua numerosi controlli. Polizia, carabinieri, vigili urbani e guardia di finanza hanno tenuto d'occhio in particolare le tante spiagge delle due riviere che sono risultate in generale deserte. Intensificate le verifiche in città, sulle spiagge e sulle alture. Una vasta operazione di controllo è scattata tra l'altro sul litorale di Sanremo per verificare la regolarità delle persone che si trovavano in spiaggia, alla luce della recente istituzione di una zona rossa in provincia di Imperia. I militari si sono recati sia lungo l'Imperatrice che ai re Ponti, le due zone solitamente battute dai turisti, che hanno approfittato di questa calda, ma ventosa, giornata per prendere la prima tintarella. Per chi era in spiaggia è scattata l'identificazione e ora sono in corso le verifiche per stabilire per verificare la regolarità della loro presenza. E' emerso che circa il cinquanta per cento delle persone controllate proveniva da fuori regione. Andare in spiaggia non è per forza una violazione, ma è necessario che la persona abiti, o abbia la seconda casa, nel raggio di poche centinaia di metri. Gli eventuali trasgressori saranno raggiunti da un verbale da 400 euro, ridotto a 280 euro se pagato entro cinque giorni dalla contestazione.

E dopo questa tre giorni d'Italia in zona rossa, da domani tornano i colori. La Liguria tornerà in zona arancione e dovrà restarci almeno fino al 30 aprile, dopodichè a maggio dovrebbe essere ripristinata la zona gialla in Italia. Ovviamente Imperia e Savona dovranno restare ancora in zona rossa fino a domenica 11 aprile. Ma per tornare ad avere qualche libertà maggiore l'indice Rt dovrà abbassarsi in queste settimane. Intanto il ministro della Salute Speranza proroga la stretta sui viaggi all'estero fino al 30 aprile. Estese anche fino alla fine del mese le limitazioni per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato in Paesi esteri nei 14 giorni antecedenti all'ingresso in Italia.