Liguria, approvata in Giunta la riforma della legge elettorale regionale

di Redazione

Norme modificate per introdurre la doppia preferenza e le quote di genere. Ora il disegno di legge passa al Consiglio regionale

Liguria, approvata in Giunta la riforma della legge elettorale regionale

Il 6 luglio è stato approvato dalla Giunta regionale della Liguria un disegno di legge urgente per modificare la legge elettorale in tempo per l'appuntamento alle urne di settembre. Nella nuova versione della legge sono state introdotte la doppia preferenza (l'elettore potrà esprimere due preferenze, purchè i candidati siano di sesso diverso) e le quote di genere. 

Tra le regioni che saranno chiamate al voto in autunno, la Liguria e la Puglia sono le uniche a non aver ancora adeguato le loro norme elettorali alla legge n. 20/2016, che prevede l'alternanza tra candidati uomini e donne e il tetto massimo del 60% di candidati dello stesso sesso in ogni lista. La scelta di accelerare sull'approvazione arriva dopo una sollecitazione da parte del presidente del Consiglio Giuseppe Conte

"Vogliamo evitare il rischio di sostituzione da parte del Governo ed evitare una partenza in salita della prossima legislatura sotto la pressione di ricorsi plurimi", ha dichiarato il presidente della Regione Giovanni Toti.

Per quanto riguarda la data del voto in autunno, che riunirà elezoni regionali, comunali e referendum, Toti si dice praticamente certo che verranno confermati i giorni del 20 e 21 settembre