Liguria, 35 alberghi pronti ad ospitare i profughi ucraini

di Redazione

Il presidente Toti: "Il bando scade domani, poi stipuleremo le convenzioni". Sono 4027 le persone prese in carico finora dal sistema sanitario della nostra regione

Liguria, 35 alberghi pronti ad ospitare i profughi ucraini

"Al momento sono 35 le domande pervenute dagli alberghi di tutta la regione, segno della grande disponibilità da parte delle strutture. Domani o al massimo il 1 aprile si conosceranno le strutture che si sono rese disponibili ad ospitare i profughi, immediatamente stipuleremo le convenzioni tra Regione Liguria e gli alberghi".

Lo comunica il presidente Giovanni Toti e commissario delegato a coordinare l'accoglienza dei profughi in Liguria. Il bando per la manifestazione di interesse pubblico per l'accoglienza scadrà domani.

Il periodo di disponibilità andrà dal primo aprile al 31 dicembre, mentre i contratti saranno attivati per una durata minima di 30 giorni e massima di 90 giorni e potranno essere rinnovati.

"Fino a oggi sono stati 4.027 gli ucraini presi in carico dal nostro sistema sanitario di questi 438 in Asl 1, 877 in Asl 2, 1.888 in Asl 3, 420 in Asl 4, e 404 in Asl 5, con 3378 STP emessi".

Dei profughi arrivati, 94 sono quelli già sistemati nelle due strutture messe a disposizione da Regione Liguria, Villa Santa Dorotea in via Liri e La Riviera a Savona su un totale di 175 posti complessivi.