La Spezia, venerdì assemblea pubblica con sindacato e politici sul futuro di Leonardo

di Redazione

"Alla luce di quanto sta accadendo, sarebbe il caso di ripensare le mosse strategiche, compresa la vendita a potenziali concorrenti di una divisione strategica"

La Spezia, venerdì assemblea pubblica con sindacato e politici sul futuro di Leonardo

 Assemblea pubblica, venerdì a La Spezia all'Urban Center, organizzata da Cgil, Cisl, Uil, Fim, Fiom, Uilm territoriali tra la Rru di Leonardo SDI e i parlamentari del territorio. Il 9 marzo 2022 è previsto l'incontro paritetico per l'osservatorio strategico tra Fim, Fiom, Uilm nazionali e l'ad di Leonardo dedicato alla BU Sistemi Difesa.

"Un momento di confronto - si legge in una nota congiunta - dal quale auspichiamo giungano chiarimenti e risposte riguardo al futuro della divisione, anche in relazione ad un quadro politico profondamente mutato in breve tempo a causa dell'escalation del conflitto in Ucraina".

"Lo scoppio della guerra - proseguono i sindacati - ha messo in discussione l'equilibrio politico e sociale dell'intero continente europeo, rimettendo in primo piano la necessità di dotarsi al più presto di un sistema di difesa comune. Proprio in virtù di questo scenario risulta ancor più incomprensibile la scelta di procedere ad una vendita della divisione con la possibilità di cederne il dominio a competitors esteri o quella che vedrebbe il finanziamento da parte di Leonardo di una partecipazione con una quota di minoranza (15%) al progetto di costituzione insieme a Francia e Germania di un gruppo europeo dei sistemi d'arma, alienando in toto il restante valore (85%) delle quote azionarie legate ad OTO e Wass per necessità di cassa".

"E' quindi ancora più necessario che, se tali scenari dovessero confermarsi, riprenda una interlocuzione continua - conclude la nota - con tutti gli esponenti della politica locale e nazionale affinché si facciano promotori delle istanze di sindacati, lavoratori, dell'intero territorio ed a quest'ultimo portino le risposte necessarie".