La Spezia, Benveduti (Regione): "Le nuove opere cambieranno il porto"

di Redazione

"L'ampliamento del terminal Contship, di Gruppo Tarros, e la costruzione del terminal Crociere, la realizzazione del Waterfront, nuovi spazi per la nautica da diporto"

La Spezia, Benveduti (Regione): "Le nuove opere cambieranno il porto"

"Con l'ampliamento dei terminal di Contship, di Gruppo Tarros e la costruzione di tutto il complesso del terminal Crociere, unito alla realizzazione del Waterfront e la sistemazione di altri spazi per la nautica da diporto, cambierà significativamente in meglio lo spazio portuale spezzino".

Lo ha detto l'assessore regionale allo Sviluppo economico, ai Porti e alla Logistica Andrea Benveduti oggi in visita al porto della Spezia. Benveduti ha incontrato prima il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale Mario Sommariva e visitato i terminal.

È stata l'occasione per fare il punto sui progetti di ampliamento delle infrastrutture dello scalo, che riguarderanno i terminal e la stazione crocieristica.

"Una crescita della capacità produttiva sul fronte commerciale che si abbina al significativo sviluppo della possibilità di attracco di crociera, oltre a un innalzamento della qualità della vita a un accesso diretto della città sul fronte del mare ad uso e godimento, non solo dei cittadini, ma anche dei molti turisti che torneranno a visitare la nostra meravigliosa Liguria" ha rimarcato Benveduti che ha assicurato l'impegno della Regione Liguria "al fianco delle imprese del territorio" e che "si renderà disponibile per ogni possibile sostegno e incentivo nell'ottica di uno sviluppo a misura d'uomo, che porti lavoro e benefici. A partire dalla Zona Logistica Semplificata "Porto e Retroporto della Spezia", per la quale il recente decreto Pnrr ha previsto importanti novità frutto del lavoro congiunto con il Ministero, e per cui Regione Liguria si è tempestivamente adoperata per portare a conclusione l'istituzione della Zls ed evitare che questo progetto di attrazione di investimenti ed occupazione non rimanga nel cassetto per la negligenza di altri".