Condividi:


La Spezia, al terminal Contship i nuovi cicalini per ridurre l'impatto sonoro

di Redazione

Grazie alla tecnologia del "suono bianco" meno 4,5 decibel

Minor impatto ambientale, miglior convivenza tra porto e quartieri limitrofi e sicurezza dei lavoratori garantita. Sono i tre risultati ottenuti grazie ai nuovi cicalini che da domani saranno installati su tutti i mezzi in movimentazione all'interno del terminal Lsct di Contship alla Spezia. Grazie alla tecnologia del 'suono bianco', meno fastidioso, l'impatto sonoro sarà abbattuto: a 50 metri di distanza 'dimezza' rispetto ai segnalatori tradizionali, con una diminuzione di 4,5 decibel. I nuovi dispositivi permetteranno inoltre l'immediata localizzazione della sorgente.

"Abbiamo investito oltre 20 milioni negli ultimi 2 anni per il rinnovamento del parco mezzi e la manutenzione dei piazzali, lavorando inoltre per ridurre le emissioni delle navi" ha spiegato il general manager Anfredo Scalisi alla conferenza stampa cui hanno partecipato anche la presidente dell'Autorità di sistema portuale Carla Roncallo e il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini, il quale ha ricordato anche l'installazione di barriere fonoassorbenti e l'impegno per diminuire le emissioni dalle navi. Roncallo ha ribadito che il lavoro prosegue per arrivare al cold ironing, con l'elettrificazione delle banchine portuali.