Condividi:


Juventus-Sampdoria, sull'apertura dello stadio decide il Cts la prossima settimana

di Redazione

Il presidente della Regione Piemonte: "Parliamo di ottomila spettatori. Come verranno scelti? Deciderà Agnelli"

"Il Dpcm attualmente in vigore prevede che dal primo settembre le società sportive possano presentare un programma e un progetto di sicurezza della manifestazione, lo inoltrino alla Regione, e la Regione lo trasmetta al Cts per la validazione definitiva. Questo è quanto accaduto in Piemonte con la Juventus, e ieri come Regione lo abbiamo trasmesso a Roma". Dai microfoni di Radio Sportiva, il Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio parla della possibilità che un numero parziale di spettatori possa essere ammesso a seguire dal vivo la partita di campionato tra Juventus e Sampdoria.

"Nel caso di Juve-Samp parliamo di ottomila spettatori - precisa Cirio -, anche se il numero dipende dalle modalità operative che la società è in grado di mettere in campo, e di come riesce a regolare gli ingressi. Entro la fine della prossima settimana potremmo avere una risposta dal Cts per darci il parere. La Juve ha messo in campo un progetto con grande serietà, che noi come Regione abbiamo valutato con molta attenzione, esattamente come abbiamo fatto per il Torino e per altre società".

Ma come verranno, eventualmente, scelti gli ottomila spettatori? "E' una domanda che dovrebbe essere fatta ad Agnelli - risponde il governatore -, la mia competenza è solo sui numeri. Se arriva l'ok del Cts sono previste delle prove in loco perché il Dpcm non è ancora chiaro anche per quanto riguarda la reiterazione dell'autorizzazione. Ogni 15 giorni c'è un evento per cui bisognerà riattivare tutte le procedure di dettaglio".