Incidente Quezzi, i due passeggeri dell'auto pirata si presentano in questura: denunciati

di Redazione

Si tratta di un ragazzo di 20 anni e di una ragazza di 21, entrambi denunciati per omissione di soccorso

Incidente Quezzi, i due passeggeri dell'auto pirata si presentano in questura: denunciati

Dopo il terribile incidente avvenuto a Genova, nel quartiere di Quezzi, sabato notte, due persone si sono presentate in questura. Si tratta di un ragazzo di 20 anni e di una ragazza di 21 che quella sera erano a bordo della Bmw che ha falciato un gruppo di giovani. Entrambi si sono presentati spontaneamente racontando i fatti accaduti e sono stati denunciati per omissione di soccorso.

L'autista della Bmw, Luca B., 23 anni, quando è stato rintracciato dagli agenti delle volanti della polizia, è stato arrestato con l'accusa di lesioni personali gravissime e omissione di soccorso. La sua auto era  piombato addosso a un gruppo di ragazzi e ragazze che chiacchieravano in piazzetta Pedegoli. Nello schianto la macchina ha travolto e sbattuto uno scooter contro i ragazzi, ciclomotore che poi aveva preso fuoco. 

Secondo quanto accertato dalla polizia e dalla municipale, il giovane dopo l'incidente era sceso dal suo Suv Bmw e invece di aiutare le persone ferite aveva staccato la parte anteriore del veicolo, rimasta incastrata, ed era scappato. 
La polizia è riuscita a trovarlo grazie alla targa della sua auto caduta sul posto dell'incidente e le celle telefoniche agganciate del cellulare.