In Liguria comincia la Fase 2: via libera a corse e passeggiate all'aperto e al cibo d'asporto

di Andrea Carozzi

Si potrà anche andare nelle seconde case per svolgere attività di manutenzione

In Liguria comincia la Fase 2: via libera a corse e passeggiate all'aperto e al cibo d'asporto

Le anticipazioni circolate nei giorni scorsi su di un possibile allentamento delle restrizioni in Liguria prima del 4 maggio è stata confermata questa sera dalla Regione Liguria. Da domani, compatibilmente con quello che verrà dichiarato questa sera dal premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa delle  20.20, sul territorio regionale si comincerà a respirare un’aria nuova. Ma scendiamo nel dettaglio e vediamo cosa si potrà fare da domani mattina.

Attività commerciali e produttive
Via libera a cibo da asporto per bar, ristoranti, pasticcerie e tutto il comparto della ristorazione, dove si potrà andare a ritirare il cibo previa prenotazione telefonica. Ovviamente tutto questo potrà avvenire seguendo le attuali misure di distanziamento sociale come avviene già oggi presso i supermercati e i negozi di alimentari. Resta comprensibilmente il divieto di consumare cibi e bevande all’interno dei locali. 

Via libera all’apertura dei negozi di abbigliamento per bambini e per quelli specializzati nella toelettatura degli  animali da compagnia purché il servizio venga svolto su appuntamento e senza contatto diretto tra le persone ossia garantendo il distanziamento tra chi offre il servizio e il proprietario dell’animale. La Regione ha inoltre dato il via libera alla coltivazione del terreno per uso agricolo a patto che il soggetto attesti con autodichiarazione completa e relativa verifica il possesso di una superficie agricola produttiva. Lo spostamento è consentito a una sola persona e con obbligo di rientro in giornata nella propria residenza. In ogni caso lo spostamento non può avere luogo fuori regione.

E' consentito l'allenamento e addestramento dei cavalli da svolgersi in maniera individuale da parte dei proprietari degli animali presso maneggi autorizzati all'interno del territorio regionale.  E' anche consentito l'allenamento e addestramento dei cani in aree autorizzate senza il contatto diretto tra le persone, nel rispetto del distanziamento sociale.

Attività sportive
Sarà possibile la corsa e l'uscita in bicicletta dalle 6 alle 22 in modo individuale nel comune di residenza o nel municipio nel caso di Genova, rimangono vietati gli assembramenti e di conseguenza gli allenamenti di gruppo. È inoltre permesso praticare la pesca sportiva nei fiumi, lungo i moli e le banchine del comune di residenza. Sarà inoltre possibile manutenere e riparare le imbarcazioni da parte dell'armatore o del marinaio con spostamenti in tutta regione ma con l'obbligo di rientrare a casa la sera. 

Spostamenti
Sarà possibile passeggiare individualmente o con le persone che risiedono nella stessa abitazione all’interno del comune di residenza. Nello stesso modo sono consentiti gli spostamenti in moto e in auto purché le persone coinvolte risiedano nella stessa abitazione.  Sarà possibile anche andare nelle seconde case per verificarne lo stato e il funzionamento e riparare eventuali danni.

I sindaci
potranno disciplinare con proprie ordinanze l'apertura dei cimiteri, nel rispetto del distanziamento sociale; - Nelle giornate di domenica fino al 10 maggio l'orario di chiusura dei punti vendita degli esercizi commerciali per i quali è prevista l'apertura dai provvedimenti statali. "L'ordinanza entra in vigore da mezzanotte - dichiara  la Regione - se ci saranno incongruità con le disposizioni governative sarà modificata".