Il re della grappa Barile dopo la Carige piccona la Sanità Ligure

di Michele Varì

Un esposto in procura per una "nuova Liberazione": "Troppi mie coetanei uccisi dal virus, ora voglio sapere!"

L'attacco alla sanità ligure che non ti aspetti parte dal re della grappa Luigi Gino Barile, commercialista di Certosa e produttore della famosissima grappa, il piccolo azionista che diede il via all'inchiesta sulla Carige e che adolescente fece la sua parte nelle fila dei partigiani cattolici della Valpolcevera, lui, grande amico di don Gallo, proprio il 25 Aprile, ribadisce perchè ha presentato un esposto alla Procura per chiedere di indagare sulla gestione della sanità ligure nell'emergenza coranavirus

“A febbraio prima dell'emergenza coronavirus sono stato undici giorni in terapia intensiva per uno scompenso cardiaco e inizio polmonite all'ospedale di Sampierdarena. Stavo malissimo, avevo sintomi simili a quelli causati dal coronavirus. Non so se l’ho contratto perché non mi hanno fatto il tampone ma, con il dubbio mi è rimasto. Quell'ospedale era nel caos e non mi stupisce che poi durante l'emergenza sia finito nella confusione totale”.
“In questi mesi - prosegue Barile - ho sentito notizie che mi hanno fatto nascere parecchie perplessità sull’operato dei sanitari nella gestione dei pazienti della mia raguardevole età. Ho letto del cosiddetto “codice blu”, secondo il quale, come ha detto il direttore di Alisa Locatelli bisogna dare la precedenza di cura ai malati che hanno più probabilità di farcela. Malgrado l’età e le patologie io sono riuscito a portare la pelle a casa. Ma tanti miei coetanei sono morti. Allora ho deciso di andare fino in fondo per sapere se questa modalità di triage estremo sia stata veramente applicata nelle strutture ospedaliere liguri e, se sì, quale sia il discrimine tra chi abbia diritto di ricevere cure salvavita e chi no, se le esclusioni siano state applicate in base a valutazioni meramente discrezionali oppure per carenza di posti, mancanza a sua volta provocata da malagestione pubblica passata. Per questo, solo per questo, ho deciso di presentare l'esposto alla procura, chiedo solo chiarezza".