Go!2025: Amirante, obiettivo disporre dal 2025 di collegamento diretto Venezia, Trieste, Gorizia, Nova Gorica

di Carlotta Nicoletti

2 min, 37 sec

“È proprio questo il messaggio di cui vogliamo farci portatori: il confine, che fino a poco tempo fa ha diviso due stati, oggi è un’occasione per unire due città e due comunità e lo faremo soprattutto con i treni che la Regione ha fortemente volut

Go!2025: Amirante, obiettivo disporre dal 2025 di collegamento diretto Venezia, Trieste, Gorizia, Nova Gorica

 

“Il treno regionale con la livrea di GO!2025 è il primo tassello di un programma di rafforzamento che prevede
l’entrata in funzione di nove nuovi convogli ferroviari Blues, di cui quattro già disponibili, che circoleranno in tutta la regione portando su tutto il territorio il messaggio della Capitale europea della Cultura.

L’obiettivo è arrivare a disporre, dal 2025, di un collegamento regionale diretto tra Venezia, Trieste Airport, Gorizia e Nova Gorica senza mai cambiare treno”.

È questa la prima novità del trasporto ferroviario che l’assessore regionale alle Infrastrutture e territorio Cristina Amirante ha annunciato oggi a Gorizia in occasione dell’inaugurazione del primo treno modello Blues rivestito con la livrea di GO!2025, il logo della Regione e il marchio Io sono Friuli Venezia Giulia.

Un “tassello fondamentale”, come lo ha definito Amirante, dell’intero programma che la Regione sta approntando per rafforzare il trasporto pubblico locale in vista della Capitale europea transfrontaliera, prevedendo anche servizi che travalicano il confine.

“È proprio questo il messaggio di cui vogliamo farci portatori: il confine, che fino a poco tempo fa ha diviso due stati, oggi è un’occasione per unire due città e due comunità e lo faremo soprattutto con i treni che la Regione ha fortemente voluto in sostituzione e implementazione di quelli finora in circolazione” ha sottolineato l’assessore.

Al taglio del nastro sul primo binario della stazione di Gorizia, da poco ristrutturato, erano presenti anche Rodolfo Ziberna, Sindaco di Gorizia, Tomaž Horvat, Vicesindaco di Nova Gorica e Luigi Corradi, Amministratore delegato e Direttore generale Trenitalia, oltre a Raffaele Ricciardi, Prefetto di Gorizia, Caterina Belletti, membro del Consiglio di Amministrazione di Ferrovie dello Stato Italiane e Maria Annunziata Giaconia, Direttore Business Regionale e Sviluppo Intermodale Trenitalia.

Il nuovo treno modello Blues è tecnicamente molto innovativo: è dotato di tre sistemi di propulsione, elettrico, diesel e a batteria, può trasportare biciclette ed è completamente accessibile. Oltra alla circolazione sulle tratte regionali, dall’8 febbraio del prossimo anno – data dell’apertura ufficiale di Go!2025 – tre coppie di nuovi treni ibridi collegheranno direttamente Mestre con Gorizia e Nova Gorica, con fermata anche a Trieste Airport, per consentire ai visitatori di raggiungere comodamente il capoluogo isontino. Secondo le ultime stime di
Regione e Comune, i visitatori attesi in occasione della Capitale europea sono tre milioni e per la loro mobilità si punta principalmente sul trasporto pubblico.

Come sottolineato sia da Amirante che da Corradi la collaborazione tra Regione e Trenitalia ha consentito di dare forte impulso all’utilizzo del trasporto ferroviario. Nei primi 6 mesi del 2024 24mila bici trasportate (+10% rispetto al 2023); 160mila viaggiatori su Trieste Airport (+30% rispetto al 2023); da aprile a giugno 2024 già 12mila presenze di croceristi sui treni regionali, alcuni dei quali programmati ad hoc per le giornate con l’approdo a Trieste delle navi più grandi.

In generale le presenze a bordo dei treni regionali del Friuli Venezia Giulia, nei primi 5 mesi del 2024, hanno registrato un incremento del 4%, che migliora ulteriormente l’ottima performance già raggiunta nel 2023.

 

© Telenord Srl
P.IVA e CF: 00945590107
ISC. REA - GE: 229501
Sede Legale: Via XX Settembre 41/3
16121 GENOVA
PEC: contabilita@pec.telenord.it
Capitale sociale: 343.598,42 euro i.v.
pubtelenord@telenord.it
Tel. 010 5532701
Informativa della privacy
Gestisci consenso
Scarica l'App di Telenord
Tutti i diritti riservati, vietata la copia anche parziale dei contenuti