Condividi:


Genova, ubriachi litigano in strada e senza mascherina: denunciati

di Redazione

Due interventi in una sera da parte della polizia, un uomo ha picchiato la compagna in strada

Ieri sera, intorno alle 21.15 in via Bersaglieri d'Italia, la polizia ha denunciato un 27enne ecuadoriano pluripregiudicato per resistenza, danneggiamento, porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere e per la violazione della normativa sugli stranieri. Nello stesso intervento è stato denunciato anche un genovese di 19 anni, incensurato, per il rifiuto di declinare le proprie generalità. Entrambi sono stati sanzionati per ubriachezza e per l’inosservanza della normativa “anticovid”.

Gli agenti sono dovuti intervenire per sedare gli animi dei due che, in evidente stato d’ebrezza alcolica, stavano litigando in strada, insultandosi a vicenda senza mascherina. Invitati alla calma e ad indossare i dispositivi di protezione, hanno reagito con fare arrogante, rifiutandosi entrambi di fornire i documenti; in particolare il 27enne ha usato la violenza nei confronti degli operatori, arrivando a danneggiare ad uno di essi il cinturone in dotazione con la divisa. A seguito di controllo, lo stesso è stato trovato in possesso di un paio di forbici di cui non ha saputo giustificare il possesso.

Qualche minuto più tardi, in via Salucci, un’altra pattuglia dell’U.P.G. ha denunciato un ecuadoriano di 32 anni per resistenza a P.U., sanzionandolo altresì per ubriachezza, per la detenzione di sostanza stupefacente per uso personale e per la violazione della normativa anticovid. L’intervento è stato predisposto  dopo la segnalazione di una lite in strada tra un uomo e una donna. Sul posto gli operatori hanno trovato il 32enne in evidente stato d’ebrezza alcolica, privo di mascherina. Accanto a lui la compagna visibilmente spaventata per le percosse subite. Nei confronti degli agenti, l’uomo ha mostrato aggressività cercando di sottrarsi al controllo con calci e pugni. Dal controllo è stato anche trovato in possesso di 1,15 grammi di cannabis detenuti per uso personale. La donna è stata accompagnata presso il pronto soccorso dell’ospedale Galliera dove è stata refertata con 3 giorni di prognosi per ferite al capo, nonostante ciò si è rifiutata di sporgere denuncia.